< Torna a NOTIZIE E PENSIERI
06.12.2019

39C Graffiti Jam

Conclusa con successo la 9a edizione

Giovani writers provenienti dall’Italia e dall’estero cambiano il volto del quartiere Piani di Bolzano.

Il mondo vegetale” questo il tema quanto mai attuale e coinvolgente della 9a edizione di “39C Graffiti Jam” che si è appena conclusa a Bolzano ed ha visto la partecipazione, nonostante il maltempo, di una sessantina di writers. La manifestazione, molto conosciuta sia a livello nazionale che internazionale nel mondo dei graffitari, è stata organizzata anche quest’anno da “Murartedell’Associazione Volontarius in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Bolzano.
Dal 6 all’8 di settembre i giovani writers, per lo più altoatesini, ma tra loro c’erano anche artisti provenienti da altre regioni italiane e dall’estero, si sono confrontati sulla tematica proposta da “Murarte” sugli spazi messi a loro disposizione dal Comune di Bolzano in via Macello e via Piani. A questa competizione seguirà nel mese di ottobre, una sorta di spin-off, un ulteriore confronto in via Macello al quale prenderanno parte altre decine di artisti.

Una competizione di ottimo livello

Secondo Riccardo Rizzo responsabile di “Murarte” all’interno dell’Associazione Volontarius “anche l’edizione di quest’anno ha consentito di vedere all’opera alcuni tra i migliori artisti a livello italiano come ad esempio Rusty di Bologna, uno dei writers più noti e quotati. Il concorso ha permesso di intrecciare nuove conoscenze, contatti ed amicizie. I più giovani hanno acquisito nuove conoscenze lavorando fianco a fianco con artisti già affermati. Nel corso della manifestazione si è inoltre formato un nuovo gruppo eterogeneo di writers denominato “Micidials”, composto da artisti provenienti da varie regioni italiane che prenderà parte ai prossimi eventi a livello nazionale. Nel complesso siamo molto soddisfatti di questa edizione di 39C Graffiti Jam”. Grazie alla manifestazione promossa dall’Associazione Volontarius le due principali strade del quartiere sono oggi molto più belle e colorate, una sorta di “Hall of fame” dei graffiti che periodicamente viene ridipinta e reinterpretata grazie a questi giovani artisti ricchi di entusiasmo e fantasia. La manifestazione rientra nelle attività annuali di Murarte finanziate dal Comune di Bolzano.